La benna perfetta per terreni e materiali umidi

La benna perfetta per terreni e materiali umidi

La benna vagliatrice con dischi VTN della serie DSG è uno strumento utilizzato in particolare per la vagliatura di materiale in natura come terra, sabbia, torba, compost e per risulta leggera da demolizione. Si tratta di una benna vagliatrice ad alto rendimento, soprattutto quando si ha a che fare con materiali umidi o bagnati e quando bisogna agire su terreni fangosi: in questo tipo di contesto la benna vagliatrice con rulli o dischi funziona meglio rispetto alla benna tradizionale.

Questa benna, infatti, può frantumare e vagliare diversi tipi di materiali, anche umidi, senza alcun rischio.

Normalmente, con le benne tradizionali c’è è la possibilità che i materiali umidi si incastrino alle parti interne della benna o rimangano attaccati: con la benna vagliatrice a dischi invece è possibile gestire ramaglie, fogliame, cartongesso, compostaggio, cemento, terra asciutta e bagnata, torba con la massima efficienza.

Come funziona la benna vagliatrice con dischi/rulli DSG

Il principio di funzionamento della benna vagliatrice con dischi/rulli della serie DSG di VTN consiste nella rotazione oraria e antioraria di lame fissate a 3 alberi di supporto. Questa rotazione assicura una selezione del materiale molto precisa e fine: con una classica benna rotante non sarebbe la stessa cosa, e la produttività ne risentirebbe.

Con una benna a dischi invece è possibile la vagliatura di terreni umidi ma anche di qualsiasi materiale da riciclo, grazie alla versatilità e alla flessibilità di questo strumento, che garantisce il massimo dell’efficienza, soprattutto quando si lavora con materiali o terreni umidi e bagnati.

Benna vagliatrice rotativa per escavatori: quando utilizzarla

VTN produce tre differenti tipologie di benne vagliatrici per escavatori:

  • SR – Benna vagliatrice rotativa
  • SB – Benna vagliatrice con griglie oscillanti
  • DSG – Benna vagliatrice con dischi

Oggi scopriamo tutte le caratteristiche della benna vagliatrice rotativa (SR) e capiamo perché e quando sceglierla.

La benna vagliatrice della serie SR di VTN si utilizza per selezionare e vagliare differenti materiali, che si trovano in natura o che sono derivanti da demolizione. Attraverso l’uso della benna vagliatrice rotativa questi materiali possono essere recuperati e riutilizzati per altre lavorazioni. La velocità di sostituzione dei cesti di vaglio e l’ampia disponibilità di passi di selezione la rendono un’attrezzatura estremamente versatile. La benna vagliatrice rotativa è semplice da utilizzare e può essere impiegata in qualsiasi cantiere, consentendo una grande produttività e una riduzione notevole dei tempi di lavoro. Si tratta dell’attrezzatura ideale per effettuare un lavoro preciso in tempi contenuti.

Scopriamo alcune caratteristiche tecniche della benna vagliatrice rotativa VTN. Essa è disponibile in 5 modelli, a trasmissione con riduttore a ruota epicicloidale. La rotazione avviene in entrambi i sensi ed il cesto di vaglio all’interno della benna può essere sostituito con estrema facilità.
Non necessità di alcuna linea di drenaggio (escluso modello SR20) ed è disponibile con denti intercambiabili su richiesta.

Quando utilizzare questo tipo di benna?

Quali sono i tipi di lavoro per cui la benna vagliatrice rotativa è consigliata?
– è l’ideale nelle situazioni in cui è richiesta una produzione elevata, grazie alla sua forma conica;
– per la selezione del materiale naturale, pre/post frantumazione;
– per la selezione di ciottoli lungo i corsi d’acqua;
– per la costruzione muri o gabbie di contenimento;
– per la selezione dei materiali di risulta dopo la demolizione;
– per l’asportazione dei sassi lungo le spiagge;
– per la separazione di rifiuti organici;
– per il recupero di inerti nelle ristrutturazioni edilizie;
– per la copertura delle tubature in situazioni di canalizzazione.